LA COLAZIONE DA VITTORIO: ottava meraviglia del mondo?

LA COLAZIONE DA VITTORIO: ottava meraviglia del mondo?

L'indagine

Alle sette meraviglie del mondo penso sia doveroso aggiungere un'ottava: la colazione Da Vittorio.

Un posto unico per bellezza e capacità di accoglienza, che oltre a vantare un bel numero di stelle Michelin, per l'esattezza tre, da oggi merita la mia stella speciale, per una colazione che riesce ad essere una coccola per l'anima e per la gola.

Su una tavola apparecchiata con tovaglie bianche e candide, sfila nel giro di pochi minuti una sequenza ininterrotta di dolci e salati simile a una processione magica, in cui gli elementi paiono fluttuare magicamente nell'aria: cornetti morbidi e profumati, brioche calde come i primi baci del mattino, biscottini per il tè, frutti di bosco coloratissimi e succosi, spremute e succhi di frutta, un uovo nel suo tegamino sfrigolante col suo bacon arricciolato, fette copiose di prosciutti e formaggi e infine le tre protagoniste di dolcezza della scena che atterrano al tuo cospetto con un inchino.

Non sono tre fate ma le tre torte intere che ti vengono riservate: ciambella allo yogurt, sfogliata alle mele e torta fichi e mandorle.

Non so da dove iniziare ed è proprio questo il bello!

Mi diverto a saltare come un grillo dal boccone dolcissimo della torta di fichi profumata d'autunno e morbida, che sarà da ora in poi la mia preferita, a una sfogliata alle mele cremosa e che ti si appiccica alle mani per lasciare traccia di sé e invitarti al boccone successivo e la ciambella allo yogurt che è una nuvola di candore.

E' un'esperienza che ti inebria, senza mai stancarti né appesantirti, e dopo un'ora di colazione, è come se mi avessero regalato delle ali per poter volare e non ne potessi più fare a meno.

Che siano dolci buoni, belli e dosati con la maestria di chi dei lievitati è un mago, passa quasi in secondo piano: la colazione da Vittorio è uno dei pochi viaggi capaci di traghettarti dal sonno al risveglio.

Profumi, colori e sapienza pasticcera sono la ciliegina di un evento disegnato per dirti che la vita è bella. E il buongiorno lo si vede da quella colazione.

condividi:

Il verdetto finale

Dove

Da Vittorio, Via Cantalupa 17, Brusaporto, BG

Locale

Cura in ogni minimo dettaglio, ne fanno un posto indimenticabile

9

9/10

Estetica

Quando bellezza si coniuga con cura, attenzione ai dettagli e familiarità, gustarsi dolci belli e buoni è una conseguenza

9

9/10

Qualità

Trovarsi una tavola apparecchiata con decine di prelibatezze tutte per te è un colpo al cuore, dolcissimo

9

9/10

La Signora In Dolce

La signora in Dolce

Il dolce è vera arte. Lo sa bene La Signora in Dolce, la prima investigatrice pasticcera d'Italia, originale storyteller del dolce. Non bastano chili di zucchero a renderlo un capolavoro ma parole come equilibrio, armonia, emozione, bellezza, che il dolce indossa come un abito che gli cade a pennello. Scenda l’anatema della Signora in Dolce sui venditori di brioches surgelate, di rancide ciambelle fritte, di creme insapori e di tutti i mistificatori e banalizzatori di dolci. Non siete golosi? Beh, nessuno è perfetto, la Signora è sinceramente rattristata per voi. Non sapete cosa vi state perdendo… ma siete ancora in tempo per una piena confessione!